biografia

Mariella Nava (all'anagrafe NAVA Maria Giuliana) tarantina, inizia a studiare pianoforte fin da bambina. Diplomatasi al liceo scientifico, prosegue gli studi di composizione tra Taranto e Roma. Sono i suoi amici più cari ad accorgersi del suo talento e a consigliarle di fare ascoltare le sue prime composizioni, ma la vera svolta arriva quando invia una sua canzone all'attenzione di Gianni Morandi che ne resta particolarmente colpito per la sensibilità con cui ha affrontato l'argomento del rapporto genitori figli.

Si tratta di "Questi figli", un brano scritto a metà degli anni ottanta, ma di valenza ancora attuale. Da qui il primo contratto discografico con la RCA, il primo suo album e il primo festival di Sanremo. Ma anche il primo riconoscimento importante al Club Tenco come "Miglior Opera Prima".

Sono questi gli anni in cui cresce la stima soprattutto autorale nei suoi confronti da parte di pubblico, critica e ambiente musicale. Via via tante sono le collaborazioni illustri e tante canzoni scritte per molti grandi nomi. Tra questi sicuramente spiccano "Come mi vuoi" scritta per Eduardo De Crescenzo e ricantata poi da Mina, "Spalle al muro" (ricordata come "Vecchio") scritta per Renato Zero, per il Sanremo '91 e "Per amore" scritta per Andrea Bocelli, ma resa celebre in tutto il mondo da un'infinità di interpreti e in particolare in Brasile.

Riceve nel 1991 il premio Lunezia per il valore letterario dei suoi versi in musica. E ancora, di particolare interesse, sono il duetto con Pino Mango in "Il mio punto di vista", con Dionne Warwick in "It's forever", in "Futuro come te" con Amedeo Minghi, la canzone scritta per Lucio Dalla "Notte americana" e alcuni temi musicali per spot pubblicitari come Orogel, Zucchi, Stufe Nordica, Olio Monini e ancora molte canzoni scritte per cause sociali importanti come "Eppure vivono", "Piano inclinato", "Dentro una rosa", "Fade out", "Gli ultimi", "Fisionomia", "Un minuto di silenzio", "In nome di ogni donna" (quest'ultima contro la violenza sulle donne) e ancora "Stasera torno prima" donata all'Anmil e diventata colonna sonora della campagna sul tema della sicurezza sul lavoro.

Premiata con tanti riconoscimenti per questa sua attenzione ai temi sociali attraverso testi toccanti di grande intensità, nel giugno dello scorso anno, è stata insignita dell'onorificenza al merito di Cavaliere della Repubblica.

Ancora ricordiamo molte partecipazioni al Festival di Sanremo con buoni risultati come "Il cuore mio" del 2002 (premio Lilt per la Vita), "Terra mia" del '94 (Premio Volare) e soprattutto nel '99, terza classificata e premio della critica come miglior musica con "Così è la vita".

Sempre attenta ai temi culturali e sociali del nostro Paese, segue, affianca ed è da sempre vicina e partecipe a molti eventi importanti a titolo di solidarietà.

Nel 2013 fonda "Suoni dall'Italia" un laboratorio / Etichetta indipendente per dedicarsi, circondandosi da validi collaboratori di esperienza, a quella musica che oggi non trova molti "spazi" e soprattutto ai giovani che meritano attenzione. Molto vicina ai concorsi nazionali che mettono in luce il talento dei giovani come Musicultura e il premio di Aversa per sole cantautrici intitolato a Bianca d'Aponte.

Ha pubblicato di recente una compilation dal titolo "Sanremo si Sanremo no" in cui ha raccolto tutti i momenti salienti della sua carriera dagli inizi fino ad oggi. È attualmente in studio per registrare il suo nuovo album di inediti di prossima pubblicazione a quattro anni dal suo ultimo "Tempo mosso".

"Prima di noi due" che esce in questi giorni ne è un'anteprima.


Biografia in versione estesa